Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Campidoglio: camion bar e bancarelle via dal centro entro il 22 giugno

Tredicine: "Siamo pronti alla battaglia. Il provvedimento persecutorio"

Dai Fori Imperiali a Trinità dei Monti; i camion bar e le bancarelle che affollano il centro storico e che sono nelle vicinanze dei siti archeologici o di pregio hanno tempo fino al 22 giugno per spostarsi. Lo ha deciso il Campidoglio in una riunione tra il vicecapo di gabinetto, l'assessore al Commercio Marta Leonori e l'assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Pucci. Le bancarelle che a dozzine affollano le strade del centro e che si trovano anche a pochi metri dall’ingresso dei siti archeologici, dovranno spostarsi. I venditori di souvenir andranno in via di San Gregorio. I camion bar dovranno traslocare sul Lungotevere nella zona di Testaccio o in via della Piramide. I posteggi saranno fissi. Gli ambulanti che da decenni vendono ammennicoli di ogni sorta, frutta, panini o bottigliette d’acqua a prezzi da hotel, promettono battaglia al Campidoglio per difendere postazioni "dorate" e che si trovano nelle vie del turismo tra le più belle al mondo.

"Siamo pronti alla battaglia vera. -dice Alfiero Tredicine, presidente di Apre Confesercenti, zio dell'omonimo consigliere forzista Giordano-. Offriamo un servizio ai cittadini e ai turisti. Abbiamo licenze da più di 100 anni e non vedo perché dovremmo spostarci".

Per chi non si sposterà l'ordine di sgombero è categorico, e scatterà da lunedì 22 giugno. Per il momento sono state individuate 76 postazioni che il tavolo tecnico per il Decoro ha giudicato “non compatibili con le esigenze di tutela del patrimonio culturale”. Alcune di queste sono negli angoli più prestigiosi di Roma; dalla Colonna Traiana all’ingresso del Foro Romano. La linea dell’amministrazione Marino è chiara: bancarelle e camion bar devono stare lontani dal centro storico ed archeologico. L’assessore Leonori non apre a nessuna mediazione: “Andremo avanti”, dice e “senza nessuna esitazione”.

[12-05-2015]

 
Lascia il tuo commento