Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Vivevano al campo nomadi, in banca conti da nababbo

sedici famiglie sgomberate dal campo di via di Salone. Usufruivano dell'assistenza del Comune

Ufficialmente indigenti, abitavano nei prefabbricati del campo nomadi di via di Salone, ma in banca avevano depositi di centinaia di migliaia di euro. 102 persone, tra cui molte e donne e bambini, sono state allontanate dalle loro abitazioni. L’operazione della polizia locale di Roma è cominciata di prima mattina: una settantina di uomini e donne del gruppo Sicurezza pubblica emergenziale con gli agenti de VI gruppo hanno notificato a sedici famiglie bosniache e una romena l’ingiunzione a lasciare i moduli del campo.

Si tratta di rom che non hanno diritto ad usufruire dell’assistenza da parte dell’amministrazione capitolina: dai controlli è emerso che alcuni di loto sono in possesso di conti correnti bancari ingenti; altri sono occupanti abusivi, altri ancora sono risultati pregiudicati. I moduli abitativi in miglior stato di conservazione saranno riconsegnati al Dipartimento per le Politiche sociali del Comune che provvederà ad una nuova assegnazione. Le ruspe hanno poi demolito alcune strutture fatiscenti e inagibili, ormai inutilizzate proprio all’entrata del campo.

[15-04-2015]

 
Lascia il tuo commento