Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

A metÓ strada tra Napoli e Torino

giallorossi si preparano per la trasferta di Torino

A metà strada tra Napoli e Torino "E' davvero passata 'a nuttata?". E' questo l'interrogativo che i tifosi giallorossi si pongono durante l'ennesima settimana di passione, stretti come sono tra le preoccupazioni per una classifica ben peggiore di quanto si sperava, ma comunque migliore di quella di altre diciotto squadre, e l'eco di una vicenda affatto calcistica come gli striscioni in Curva Sud e la relativa squalifica del settore.

La vittoria contro il Napoli, arrivata al termine di novanta minuti più che sofferti ed i cui meriti principali sono ascrivibili quasi totalmente a tutto il reparto difensivo, portiere in testa, ha avuto l'effetto di una medicina puntuale ed efficace. Tre punti di puro ossigeno che hanno allontanato il rivale più pericoloso per la difesa del posto in Champions League, ma che non hanno diradato del tutto la nebbia che avvolge lo svolgimento del gioco giallorosso fin dall'alba della stagione. Gli equivoci tecnici - riassumibili nella mancanza di un centravanti di ruolo, una volta bocciato pressochè definitivamente Mattia Destro - sono destinati ad essere risolti solo durante l'imminente infinita sessione di mercato estiva, dove Sabatini tornerà ancora una volta al centro della scena, salvo imprevedibili - ma non imprevisti dai più fantasiosi - ribaltoni.

La squadra, nel frattempo, si allena a Trigoria -"isolata in una bolla", per usare un'espressione recente di Rudi Garcia - consapevole che il raggiungimento dell'obiettivo minimo del secondo posto è fondamentale non solo per il traguardo della Champions League, ma anche - soprattutto, direbbe qualcuno - per la supremazia cittadina, così inaspettatamente messa a repentaglio in questo scioccante avvio di 2015.

Dall'infermeria arrivano notizie poco rassicuranti: se Totti pare aver recuperato dai fastidi muscolari e si allena regolarmente col gruppo, gli acciacchi infiniti che tormentano il ginocchio di Maicon non sembrano lasciare speranze per un'imminente convocazione dell'ultratrentenne terzino brasiliano. Neppure Seydou Keita dovrebbe farcela a partecipare alla trasferta di Torino, dove i padroni di casa granata attendono la Roma forti di una classifica lusinghiera e di un momento di forma ormai duraturo, che nemmeno l'eliminazione in Europa League ha contribuito a diminuire.
Trasferta insidiosa quella dell'Olimpico piemontese per la Roma: lo scorso anno la scintillante serie delle dieci iniziali vittorie consecutive si interruppe proprio dinanzi alla squadra di Giampiero Ventura, in seguito ad un pareggio 1-1 che lasciò più di un rammarico tra i giallorossi, complice il discutibile arbitraggio di Banti.

Granata che peraltro non battono la Roma tra le mura amiche da tempo ormai immemore in campionato (ottobre 1990, 1-0 gol di Francesco Romano) e che sicuramente saranno intenzionati ad interrompere l'inconsapevole digiuno per alimentare le proprie ambizioni europee. Ai ragazzi di Garcia è affidato l'arduo compito di prolungare la tradizione favorevole ed approfittare, in caso di successo pieno, dello scontro diretto Napoli-Fiorentina e guadagnare ulteriormente terreno nella volata per l'accesso all'Europa che conta.

[08-04-2015]

 
Lascia il tuo commento