Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Usura in aumento a Roma

secondo il report della Camera di Commercio Roma al 59 posto

Nuovo allarme usura nel Lazio: secondo un report della Camera di commercio di Roma, nella classifica che misura a livello nazionale l'esposizione al fenomeno, la capitale ha “guadagnato”, si fa per dire, ben 12 posizioni ed è 59esima su 103 città. Latina migliora, scendendo dall’80esima alla 92esima posizione. Così come Frosinone che passa da 82 a 88; più o meno stabili Rieti, da 66 a 63, e Viterbo, da 75 a 72. Non c'è una provincia laziale tra le migliori 50, ma al di là delle statistiche la preoccupazione sale perché la crisi, pur essendo un fattore dominante, non basta da sola a spiegare la portata del fenomeno.

Secondo l'ultima analisi della Confcommercio, il 41% dei commercianti e il 32% dei pubblici esercizi dice che l'usura negli ultimi due anni è piu’ evidente mentre secondo il Viminale le richieste di aiuto nel Lazio sono aumentate del 20% rispetto al 2013 e il 52% di queste proviene da pensionati e famiglie con reddito fisso. Ma forse il dato più inquietante è che negli ultimi 10 anni il tasso di indebitamento delle famiglie è raddoppiato e in media è di circa 20mila euro. La maggior parte dei prestiti sono da 5mila o 10mila, il 30% va dai 50 ai 100mila. Nel primo caso sono a scadenza di settimane o mesi, nel secondo si può arrivare a un anno; i tassi applicati variano dal 120 al 250%. I reati di usura a Roma nel 2014 sono stati 21, di estorsione 500, circa 21.500 i danneggiamenti contro la proprietà privata e, infine, 409 incendi dolosi.

[17-03-2015]

 
Lascia il tuo commento