Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Strisce blu, il Tar boccia l'aumento delle tariffe

Improva: "Sentenza politica, faremo ricorso al Consiglio di Stato"

Dopo la bocciatura sui rincari della ztl e quella degli asili nido, Il Campidoglio incassa un altro duro colpo.
Il Tar del Lazio ha infatti accolto il ricorso del Codacons contro le nuove tariffe per la sosta a pagamento nelle strisce blu, passate da 1 euro ad 1 euro e 50 all’ora. Secondo i magistrati del Tribunale amministrativo regionale il Campidoglio ha utilizzato senza alcuna giustificazione la “leva finanziaria come strumento per migliorare l’utilizzo degli spazi di sosta tariffata”. “E prima di rimodulare i prezzi – scrivono i giudici nella sentenza – non c’è stata alcuna verifica sulla sosta nelle diverse zone tariffate”. Secondo il Tar la delibera con cui sono stati approvati gli aumenti delle tariffe per le strisce blu è caratterizzata da una istruttoria incompleta ed inadeguata.

Sono gli stessi giudici del tribunale, nella sentenza, ad indicare a Marino la strada per una “buona viabilità”. “Il potenziamento e la razionalizzazione della rete del trasporto pubblico avrebbe dovuto precedere e non seguire la rimodulazione della disciplina della sosta”. In "soldoni", la delibera è stata annullata dal Tar e quindi anche l’aumento delle tariffe. L’assessore ai trasporti Guido Improta vede soprattutto “valutazioni politiche” nella sentenza del Tar ed annuncia che il Campidoglio ricorrerà al Consiglio di Stato contro una sentenza che giudica “culturalmente sbagliata”.

[17-03-2015]

 
Lascia il tuo commento