Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Marino vara la nuova giunta

dopo l'inchiesta su Roma Capitale, il sindaco punta tutto sulla legalitÓ

Un valzer di delghe e tre new entry nella squadra di governo della città: sono queste le principali novità della seconda giunta Marino. Il sindaco di Roma ha vacillato nelle scorse settimane ma non ha rinunciato al sogno elettorale di trasformarne profondamente il volto e gli assetti. Ora ci riprova con un rimpasto di giunta, accelerato dall’eco dirompente dell’inchiesta Mafia capitale. L’uomo di garanzia per vigilare sulla legalità di atti ed appalti sarà il magistrato Alfonso Sabella. “E' un cacciatore di mafiosi“ è stata la presentazione senza giri di parole del sindaco Marino in sala della Protomoteca. È consapevole del grande lavoro che attende i suoi uomini e le sue donne, definiti più volte da Marino dei capi cantiere.  E di lavoro difficile e complesso ne avrà l’esordiente Francesca Danese, che dovrà occuparsi di due delle maggiori criticità di Roma, accorpate nel neo assessorato al Sociale e alla Casa. Altra delega chiave, quella ai lavori pubblici, passa dalle mani di Paolo Masini (che si occuperà ora di scuola, sport e qualità della vita), a quelle esperte di Maurizio Pucci.  L’ex direttore della Protezione civile del Lazio è stato in forse fino a ieri per essere stato nominato in alcune intercettazioni telefoniche di Salvatore Buzzi.  Su di lui non ha alcun dubbio però il sindaco che gli ha assegnato la responsabilità dei mille interventi necessari in una città disastrata. Tra i volti noti, della prima giunta Marino, il vicesindaco Luigi Nieri 'conquista' le deleghe alle Periferie e al lavoro. La 'fedelissima' del sindaco Alessandra Cattoi, 'orfana' della scuola, si occuperà oltre che di Politiche europee e pari opportunità anche di Patrimonio. Marta Leonori sarà assessore alla Roma produttiva e al coordinamento della città metropolitana, e consegna la responsabilità sul turismo nelle mani della collega Giovanna Marinelli, titolare della cultura. Rimangono invariate infine le deleghe degli assessorati al bilancio (Silvia Scozzese), ai trasporti (Guido Improta), all'urbanistica (Giovanni Caudo) all'ambiente (Estella Marino). Unica delega che Marino tiene per sé ad interim è quella alla candidatura per le Olimpiadi di Roma 2024.

[23-12-2014]

 
Lascia il tuo commento