Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Mafia e politica. Indagato ex sindaco Alemanno, si dimette assessore Ozzimo

associazione di stampo mafioso a Roma, malavitosi a braccetto con la politica. 100 indagati, 37 arresti

Una vera e propria bufera si è abbattuta sul Campidoglio e su la politica romana tutta. Questa mattina i Carabinieri hanno effettuato perquisizioni ed arresti in tutta la città nell'ambito di un'inchiesta su un'organizzazione di stampo mafioso che sarebbe collusa con la politica. Nella linga dei 37 arrestati c'è il direttore generale dell'Ama Giovanni Fiscon, l'ex Ad dell'ente Eur Riccardo Mancini, l'ex ad di Ama Franco Panziorini e l'ex capo della polizia provinciale e capo di gabinetto del Campidoglio Luca Odevaine. Tra gli indagati c'è anche l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno. Un "sistema corruttivo ramificato" per la gestione di appalti e finanziamenti pubblici e delle municipalizzate capeggiato dall'ex Nar Massimo Carminati e l'ex ad dell'Ente Eur Riccardo Mancini. L'ex sindaco di Roma Alemanno ne è sicuro: "ne uscirò a testa alta", ha detto dopo aver appreso dell'indagini. Ci sono ben cento indagati nell'operazione "mezzo mondo" condotta dai Ros tra cui anche tra cui l'assessore alla Casa Ozzimo che si è dimesso.

I Carabinieri dei Ros sono entrati nella sede della Regione Lazio alla Pisana ma anche in Campidoglio per effettuare una serie di perquisizioni negli uffici di alcuni consiglieri regionali e comunali. Documenti sono stati acquisiti presso gli uffici della presidenza dell’Assemblea Capitolina. Perquisita anche l’abitazione dell’ex sindaco della Capitale Alemanno. Tra gli altri indagati c'è Mirko Coratti, presidente dell'Assemblea Capitolina, Eugenio Patanè e Luca Gramazio, attuale consigliere regionale del Lazio.

[02-12-2014]

 
Lascia il tuo commento