Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Imprenditore sequestrato e seviziato al Torrino nord, otto arresti

la violenza in via Copenaghen, nell'abitazione di Tamara Pisnoli, ora agli arresti domiciliari

E’ stato sequstrato, torturato e seviziato per ore con un coltello perché non aveva ripagato tutti gli interessi usurai di un debito. E’ l’orrore vissuto da un imprenditore romano di 36 anni che il 17 luglio del 2013 è stato “prelevato” in un bar del torrino e portato in un’abitazione in via Copenaghen. Una casa di proprietà di Tamara Pisnoli, ex moglie del calciatore Daniele De Rossi ed ora agli arresti domiciliari perché ritenuta essere uno dei mandanti del pestaggio.

I carabinieri hanno arrestato questa mattina otto persone, tra cui la pisnoli, a seguito della denuncia della vittima, un imprenditore impegnato nel settore del fotovoltaico. Secondo gli investigatori il pestaggio sarebbe avvenuto nel lussuoso appartamento di via Copehnaghen. Qui l’uomo è stato trattenuto per ore, è stato malmenato, seviziato con un coltello affinché pagasse 200 mila euro. Alla fine l’uomo, dopo esser stato derubato del rolex e di 900 euro in contanti è stato abbandonato in strada. La spedizione punitiva era stata organizzata per recuperare gli interessi di un prestito iniziale di 100 mila euro. La vittima, già minacciata più volte, aveva  pagato in 6 mesi 343 mila euro ma non era stato sufficiente per gli usurai che volevano altri 86 mila euro.

Tra gli arresti, oltre a tamara pisnoli, anche due fratelli romani di 30 e 37 anni, i probabili mandanti, entrambi con precedenti di polizia e altri cinque pregiudicati assoldati come picchiatori. Il cognome della donna finì sulle cronache nell’estate del 2008 in relazione alla morte del padre massimo, ucciso a colpi di fucile. Gli arrestati dovranno rispondere, a vario titolo, dei reati di usura, estorsione, rapina e lesioni gravissime. Nel quartiere “bene” del Torrino nord, dove abitano diversi calciatori, i residenti hanno sempre più timore di infiltazioni della criminalità.

[01-12-2014]

 
Lascia il tuo commento