Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sondaggio su Marino, consensi a picco. Polemica nel Pd

il capogruppo in Assemblea Capitolina D'Ausilio ha presentato le dimissioni, per il momento congelate dal partito

Il sondaggio della discordia sta creando più di un problema al sindaco Marino. Le pugnalata è arrivata dall’interno del partito con la diffusione dei risultati di uno studio sul gradimento degli amministratori da parte dei democratici romani. Un’analisi commissionata dal gruppo capitolino Pd che evidenzia come ben l’84% dei romani non sono soddisfatti dell’operato del sindaco e della sua giunta.

Un autogoal, o molto più probabilmente un’abile mossa per mettere in difficoltà il primo cittadino. Il sondaggio è stato commissionato dal capogruppo Pd in assemblea Capitolina Francesco D’Ausilio ed è stato pagato con soldi del gruppo (il costo si aggirerebbe intorno ai 10.000 euro). D’Ausilio, dopo la bufera sollevata dal sondaggio nel pd romano, ha annunciato le dimissioni da capogruppo ammettendo l’errore per la mancata “condivisione del sondaggio”. Il partito avrebbe preso atto del gesto di D’Ausilio, congelando al momento la sua posizione.
Che all’interno del Pd romano ci siano dei malumori con il sindaco, questo è chiaro da tempo e la mossa di D’Ausilio potrebbe esser stata studiata per mettere Marino di fronte ad un problema di “consensi”.

Se dopo le polemiche il governatore Zingaretti ha esternato la sua vicinanza al sindaco, ha anche respinto al mittente le voci che lo indicavano come mittente del sondaggio, creando su twitter l’hastag “melasciassero in pace”. Dai risultati dello studio, emerge come tra i romani democratici, quello ad avere più consensi sia proprio Zingaretti.
I risultati dello studio mettono in risalto il forte calo di consensi di Marino, dando invece forza a Zingaretti, che potrebbe star preparando un salto a livello nazionali. Il vice di Renzi al partito, Lorenzo Guerinni, smorza le polemiche bollando la faccenda come “chiacchere e polemiche interne senza alcun senso sul sindaco Marino”
Mentre dal Campidoglio, dopo la diffusione di questo sondaggio, si profila un giro di poltrone che potrebbe interessare anche la giunta.

[28-10-2014]

 
Lascia il tuo commento