Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Maltempo, la conta dei danni

i Municipi pi colpiti sono stati il II, il III, il IX ed il XIII

Nelle 15 ore di pioggia abbondante e vento forte che hanno messo Roma in ginocchio i vigili del fuoco sono stati chiamati a fare 200 interventi, 170 la protezione civile; la maggior parte di essi, circa 80, per alberi caduti, poi per allagamenti, frane e ripristino della viabilità stradale.

A cadere in poche ore sono stati oltre 80 mm di pioggia. I Municipi più colpiti sono stati il II, il III, il IX e il XIII, ma i numeri non dicono tutto. Non evidenziano che, a non funzionare, non è stata la macchina dell’emergenza, ma quella che dovrebbe evitare che la città finisca sott’acqua, la manutenzione. In città si stima ci siano 100tombini occlusi, l’anno scorso ne sono stati ripuliti appena un quarto( 25mila), con una spesa di 3 milioni e mezzo di euro. Il Sindaco, che ha segnalato a palazzo Chigi come urgenti, tanto da derogare al patto di stabilità, interventi alla rete fognaria in almeno 5 municipi.

Il sistema di drenaggio fa acqua, gioco di parole fin troppo facile , anche alla metro A, ieri inondata nel tratto Anagnina e Arco di Travertino. Secondo l’assessore Improta solo per far funzionare le idrovore nei tunnel della metro con efficienza servono 200 milioni di euro. Capitolo a parte merita il grande raccordo anulare, che il Campidoglio ribadisce di competenza dell’Anas; ma l’azienda, chiamata in causa anche da una azione collettiva del Codacons in favore degli automobilisti bloccati dagli allagamenti, tace.  

[17-06-2014]

 
Lascia il tuo commento