Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Salva una prostituta 19enne, vittima di un branco di sei persone

per fuggire alla violenza la donna si gettata dalla finestra

E’ una storia di emarginazione metropolitana e di degrado sociale quella che ha coinvolto una prostituta romena di appena 19 anni. La ragazza è stata picchiata, segregata ed abusata per circa un’ora in un padiglione dismesso dell’ospedale San Camillo Forlanini da un gruppo di 6 persone, tra cui due donne. E’ successo nella notte tra il 24 ed il 25 maggio. La prostituta romena è stata adescata da un connazionale di 34 anni ed in cambio di 150 euro lo ha seguito fino al padiglione abbandonato del San Camillo Forlanini.

Qui ad attendere la donna c’erano altre 5 persone, tutti romeni e parenti tra loro. Tra questi anche due donne, compagne degli aggressori. La giovane 19enne è stata costretta a salire al primo piano del padiglione abbandonato, ma poco prima di subire la violenza sessuale è riuscita a scappare dall’unica via di fuga: la finestra. La giovane ha fatto un volo di diversi metri, riportando fratture alle gambe. E’ stata abbandonata nei pressi di un cespuglio ed è riuscita a chiamare i soccorsi grazie ad un secondo telefono che aveva con sé.

Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato Monteverde che hanno fermato tre dei sei responsabili dell’aggressione. Si tratta di persone senza fissa dimora, di età compresa tra i 21 ed i 34 anni, accusati di violenza sessuale di gruppo, sequestro di persona e rapina. La giovane 19enne è ora ricoverata al San Camillo Forlanini con una prognosi di 60 giorni.



[17-06-2014]

 
Lascia il tuo commento