Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Baby squillo ai Parioli, chiesti 16 anni e mezzo per Ieni

Ieni "una persona che non esitava a dare droge e a far prostituire"

16 anni e mezzo di reclusione per Mirko Ieni. E’ la prima pesante richiesta di condanna al processo per il caso delle due studentesse di 14 e 15 anni che si prostituivano in un lussuoso appartamento ai Parioli.

Secondo il pm Cristiana Macchiusi Mirko Ieni sarebbe stato il principale gestore del giro di prostituzione minorile. A Ieni si contesta di aver fornito alle ragazze una scheda telefonica per contattare i clienti. L’uomo si occupava anche di fissare gli appuntamenti e controllare la contabilità delle prestazioni sessuali per poi ricavarne del denaro. Il procuratore aggiunto Maria Monteleone lo ha descritto come “una persona che non esitava a dare droga e a far prostituire donne con le quali aveva a che fare”.

Nell’udienza che si svolge con rito abbreviato sono stati chiesti anche 6 anni di reclusione per la madre di una delle minorenni, la donna avrebbe spinto la figlia a prostituirsi ed e’ accusata di sfruttamento della prostituzione. A giudizio anche i clienti delle minorenni, il commercialista riccardo sbarra, marco galluzzo, francesco ferraro e gianluca sammarone, accusati di aver avuto rapporti a pagamento con le due ragazzine e per la detenzione e cessione di materiale pedopornografico. Le due giovani studentesse, che nel processo si sono costituite parte civile, erano compagne di scuola: gli sfruttatori avevano adescato prima la ragazzina più grande, poi anche la più piccola delle due era finita nel giro di prostituzione.

[09-06-2014]

 
Lascia il tuo commento