Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Atac, si tagliano i dirigenti

La tratta Roma - Lido potrebbe essere venduta ad un gruppo francese

La buona notizia è che l’ATAC vedrà un ulteriore taglio di 20 dirigenti; la brutta, almeno per SEL e Movimento 5 Stelle, è che la Roma Lido potrebbe essere venduta a un gruppo francese. Le cose vanno male e la tratta è, ed è stata, oggetto di continue lamentele da parte dei passeggeri, in passato inferociti per ritardi clamorosi, sovraffollamento e vetustà delle vetture.

Non è evidentemente bastato aumentare il prezzo del biglietto a un euro e mezzo: uno scandalo accettato dai romani turandosi il naso e tappandosi la bocca per evitare altre, inutili proteste. Ma secondo indiscrezioni l’assessore regionale alla mobilità Michele Civita avrebbe aperto una trattativa con un gruppo francese, RAPT DEV, per privatizzare la tratta che collega il centro di Roma al proprio litorale. Le indiscrezioni devono avere un fondo di verità se Annamaria Cesaretti, presidente della commissione mobilità in Campidoglio, ha urgentemente annunciato la convocazione di una seduta congiunta tra comune e regione per chiedere chiarimenti al riguardo. La Cesaretti non ha paura di mettere le mani avanti: la questione infatti non riguarderebbe solo la tratta Roma lido bensì ATAC E COTRAL. La visione di SEL pare piuttosto chiara sull’argomento trasporto pubblico: niente privatizzazione, sia per i trasporti su ferro che per quelli su gomma. Ma se in Campidoglio il Movimento 5 Stelle aderisce subito alla chiamata, i segnali del PD vanno nella direzione opposta: il capogruppo capitolino Francesco D’Ausilio “apre”, o per meglio dire spalanca la porta ai privati, non esprimendo pregiudizialmente alcuna contrarietà ad ipotesi di modelli innovativi di gestione in collaborazione con i privati. Ciò che interessa D’Ausilio, pare, è valutare la qualità degli investimenti e ridurre il costo del biglietto. Ma su questo fronte sono d’accordo tutti: il problema è come affrontare il problema. Il Comune, per il momento, continua nella direzione dei tagli dirigenziali: l’assessore Improta ha confermato altri 20 licenziamenti tra i quadri di ATAC e passi avanti nella lotta all’evasione. Ieri l’Assessore, partecipando a un convegno organizzato dal sindacalista CISL Gianluca Donati, ha affermato che grazie alla riduzione del tempo di chiusura dei tornelli sono state registrate 200.000 validazioni in più al giorno.

[15-05-2014]

 
Lascia il tuo commento