Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Scajola arrestato per aver tentato di aiutare latitante a fuggire

operazione condotta dalla Dia di Reggio Calabria

A fine gennaio Scajola era stato assolto per la vicenda della casa con vista al Colosseo. Secondo i giudici l’imprenditore Anemone pagò per l’ex ministro ma senza che lui sapesse nulla. Oggi, a distanza di quattro mesi, l’ex ministro è stato arrestato a Roma, in un noto albergo di via Veneto. Questa volta l’accusa per Scajola è quella di aver aiutato l’ex deputato di Forza Italia Amedeo Matacena a sottrarsi alla cattura, dopo esser stato condannato per concorso esterno in associazione mafiosa.

L’operazione è stata condotta dalla Dia di Reggio Calabria che era sulle tracce di Matacena, latitante a Dubai. L’ex deputato Forza Italia, arrestato stamane, stava tentando di trasferirsi in Libano proprio con il supporto di Scajola. L’operazione della Dia ha portato in totale ad otto provvedimenti ed al sequestro di beni per 50 milioni di euro. Agli uomini della Dia che hanno eseguito gli arresti, Scajola è apparso “sconcertato e sconvolto”. L’ex ministro ha detto di non aspettarsi il provvedimento.


[08-05-2014]

 
Lascia il tuo commento