Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Aggressioni Olimpico, interrogato De Santis

presto sarÓ aperto un fascicolo sulla presunta trattativa per l'inizio della partita

"Non ho sparato, io non ho fatto niente. Non sono in condizioni di spiegare quanto avvenuto, sto male" ha ripetuto al giudice Daniele De Santis, detto Gastone, l’Utras romanista di estrema destra accusato di tentato omicidio e di aver sparato quattro colpi di pistola contro i tifosi del Napoli. Le sue parole non hanno però convinto il giudice delle indagini preliminari che ha convalidato il suo arresto.

Sono stati ascoltati oggi anche Alfonso Esposito che ha raccontato di aver visto i colpi di pistola esplosi da dietro una siepe. Per lui come per Gennaro Fioretti e Ciro Esposito, il Gip ha convalidato l’arresto per rissa.

I familiari di Ciro Esposito, ancora ricoverato in gravi condizioni al Gemelli, potranno comunque visitarlo, il Gip ha infatti accolto l’istanza presentata dai legali del ragazzo che chiedevano di svincolare i familiari dal divieto di visita.
Intanto la Polizia ha smentito la notizia apparsa su alcuni quotidiani che ci possa essere stata una seconda pistola a sparare davanti allo stadio Olimpico. “L’unica arma ad aver fatto fuoco è quella che è stata ritrovata”, fanno sapere dalla Questura. La Procura di Roma vuole far luce anche su ciò che è accaduto dentro allo Stadio, a breve sarà aperto un fascicolo sulla presunta trattativa per l’inizio della partita. Una conversazione avvenuta in diretta Tv sotto la Curva Nord tra il capitano del Napoli Marek Hamsik ed il capo ultrà napoletano Gennaro De Tommaso, detto “Genny a carogna”.

[07-05-2014]

 
Lascia il tuo commento