Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sentenza Coop Casa Lazio, 9 anni e 6 mesi a Falco

la sentenza arriva a sette anni dalla truffa che ha incastrato centinaia di famiglie

10 condanne per aver truffato centinaia di famiglie e rubato loro il sogno di una casa. La pena più pesante è stata inflitta al presidente del Consorzio Coop Casa Lazio, Francesco Emilio Falco, il dominus della truffa milionaria. Per lui una condanna di 9 anni e 6 mesi di reclusione.

Il giudice della VII sezione penale del Tribunale di Roma ha inflitto 7 anni a Franco Danna, 6 anni a Dario Ferrazza, 4 anni a Luigi Guerrieri, 3 anni a Claudio Bacigalupi. L’inchiesta fu avviata nel 2007 e le condanne sono state inflitte, a vario titolo, per associazione a delinquere, bancarotta fraudolenta, usura, truffa, simulazione di reato e favoreggiamento.

Secondo la Procura che aveva chiesto 8 anni ed 8 mesi a Falco, personaggio chiave dell’inchiesta, le somme versate dai soci per costruire le case delle cooperative, dai 70.000 fino ai 200.000 euro a famiglia, venivano prelevate dai conti delle cooperative ed utilizzati per il tornaconto di Falco, dei suoi familiari o di altri dirigenti. I giudici hanno condannato in solido, come responsabile civile, il ministro delle Infrastrutture per omessa vigilanza. La sentenza è stata accolta dalle famiglie truffate, che non hanno mai visto costruite le loro case tra l’Eur e Casalpalocco, con un sospiro di sollievo. La cooperativa Coop Casa Lazio, ora commissariata, ha ottenuto la condanna al risarcimento dei danni da parte degli imputati.

 
 

[06-05-2014]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE