Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Scontri finale Coppa Italia, tre testimoni hanno visto sparare De Santis

il tifoso pi grave, dopo l'intervento, resta in condizioni critiche

Ci sarebbero tre testimoni che avrebbero visto sparare Daniele De Santis, detto "Danielino" o "Gastone", l'ultrà della Roma arrestato per tentato omicidio dopo il ferimento del tifoso napoletano Ciro Esposito. Nell'informativa della Digos inviata alla procura di Roma ci sono le dichiarazioni di tre testimoni che hanno visto De Santis esplodere i colpi di pistola contro il gruppo di supporter napoletani che lo aggrediva. Secondo le testimonianze, l'ultrà della Roma sarebbe stato il primo ad esplodere dei petardi, gesto che ha poi scatenato la reazione dei napoletani. De Santis secondo le testimonianze sarebbe stato quindi aggredito da una ventina di tifosi partenopei incappucciati e armati di spranghe, come riporta l'informativa della Digos. La polizia sta tentando di identificare chi ha preso parte al gruppo di assalitori. L'aggressione è avvenuta dopo che De Santis aveva tirato petardi contro i tifosi napoletani. Oggi De Santis si è difeso: "Non sono stato io a sparare", ha detto agli investigatori.

Condizioni dei feriti - Restano stabili ma critiche le condizioni di Ciro Esposito che è ancora sotto osservazione al Policlinico Gemelli. ll tifoso napoletano, 30enne, ferito da un colpo d’arma da fuoco, è stato sottoposto ieri ad un complicato intervento chirurgico di rimozione del proiettile e stabilizzazione vertebrale. Il ragazzo ha trascorso una notte stabile con un “discreto equilibrio delle funzioni vitali”. Non destano invece preoccupazione le condizioni degli altri due tifosi feriti, colpiti agli arti superiori.

La mamma del tifoso ferito - "Stamattina ho scoperto che mio figlio è piantonato e che era stata fatta richiesta per non farcelo vedere, ma il primario si è opposto facendoci entrare. Non so per cosa ma so che mio figlio è indagato. Voglio che qualcuno lo tuteli. Le condizioni sono stabili, ma la situazione è ancora critica, spero in un secondo miracolo".

Tra gli avvocati legale di Maradona - Tra gli avvocati nominati per difendere Ciro Esposito c'è anche Angelo Pisani, legale di Diego Armando Maradona, oltre ad Angelo Pisani e Daniele de Rosa. "Lo hanno arrestato, l'avvocato era d'obbligo. Ringrazio la Camera penale di Napoli e tutti gli avvocati che si sono offerti gratuitamente di difendere Ciro", ha detto Giovanni Esposito il padre del tifoso del Napoli ferito gravemente durante la finle di Coppa Italia e ricoverato al Gemelli. Sergio Pisani ha detto: "Abbiamo già provveduto a nominare un medico legale che si occupi delle vicende".

[05-05-2014]

 
Lascia il tuo commento