Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Approvato dal Governo il decreto Salva Roma

C' tempo fino al 31 luglio per approvare il bilancio di previsione

La camera ha approvato il cosiddetto decreto Salva Roma, che contiene misure di sostegno a Roma Capitale. Il provvedimento, che dovrà ora passare in Senato, prevede che la gestione commissariale cederà al Campidoglio 485 milioni di euro per sanare il passivo di bilancio.

Per fare cassa Roma Capitale dovrà innanzitutto vendere parte del patrimonio immobiliare, poi la giunta Marino dovrà mettere in pratica un piano di lotta all’evasione tributaria efficace e, si legge nel provvedimento, una "ricognizione delle società controllate o partecipate": bisognerà accertare il numero dei consiglieri e degli amministratori e "le somme erogate a ciascuno di essi". In sostanza il governo chiede tagli anche sui dirigenti. Per le società partecipate in perdita si potrà procedere alla "mobilità interaziendale": in Atac si pensa di spostare 300 impiegati ai controlli sui bus per combattere l’evasione, non solo ma per aziende in perdita come Farmacap si pensa anche alla privatizzazione. Per quanto riguarda l’immancabile contributo che noi cittadini saremo inevitabilemente chiamati a dare con la Tasi, il Comune dovrà pubblicare la delibera delle aliquote entro il 31 maggio.

Marino, che avrà più tempo per varare il bilancio annuale di previsione, la scadenza è stata spostata al 31 luglio, ha avuto da Renzi più ossigeno, ma ora dovrà faticare non poco per applicare i risparmi necessari. Già è partito un confronto con i sindacati per la riorganizzazione della pianta organica del Comune, anche se i lavoratori hanno già fatto sapere che non permetteranno che verranno messi in discussione i livelli salariali

[11-04-2014]

 
Lascia il tuo commento