Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Caso Budroni, venerdý udienza decisiva

in aula la ricostruzione dei due periti di parte e la testimonianza di un Carabiniere

Venerdì mattina a piazzale Clodio si svolgerà l’udienza più importante del caso che ha coinvolto Bernardino Budroni.
Saranno ascoltati in aula i periti di parte che dovranno ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto la notte del 30 luglio del 2011. Il 40enne romano fu ucciso sul grande raccordo anulare al termine di un inseguimento con la polizia. Uno degli agenti, Michele Paone, imputato per omicidio colposo con l’aggravante della previsione dell’evento, sparò due colpi di pistola verso la Ford Focus guidata da Budroni, che morì per le gravi ferite riportate.
Il giudice ha già ascoltato le testimonianze dei poliziotti che quella sera inseguirono Budroni sul Gra dopo che il romano, furioso per motivi di gelosia, era andato più volte sotto casa dell’allora fidanzata. L’agente Paone ha dichiarato di aver sparato per cercare di fermare la Ford Focus, accerchiata all’altezza dell’uscita Nomentana. Paone avrebbe sparato senza scendere dall’auto, con il finestrino abbassato. All’inseguimento prese parte anche una gazzella dei Carabinieri, in aula verrà ascoltata la conversazione tra la centrale e i militari, avvenuta subito dopo lo sparo.

Sarà interrogato uno dei due Carabinieri che era sulla gazzella e che ha assistito all’inseguimento, il militare avrebbe visto Budroni con le mani alzate prima degli spari. Saranno ascoltati anche i due periti di parte che dovranno ricostruire l’esatta dinamica balistica.

[20-03-2014]

 
Lascia il tuo commento