Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Mafie, sequestrati beni per 1 milione. 7 arresti

l'accusa associazione per delinquere finalizzata all'appropriazione indebita

Compravano autovetture di lusso di dubbia provenienza, ne modificavano i numeri del telaio e i documenti di immatricolazione e poi le esportavano in Germania: e con i proventi mandavano avanti le attività della famiglia Schiamone, concentrate tra l’entroterra Pontino e l’alta Campania. Attività illecite, ovviamente, di un clan che è riconducibile direttamente ai Casalesi. L’operazione congiunta, denominata “Fuori giri”, ha dato esecuzione questa mattina a due ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 7 persone, e ha portato al sequestro preventivo di beni del valore complessivo di quasi un milione e mezzo di euro.

Il clan, attraverso concessionari di automobili conniventi, modificava le matricole dei telai di vetture tanto di pregio quanto di dubbia provenienza, e dei documenti. Poi venivano spedite in Germania, immacolate, pronte per essere acquistate. I proventi venivano poi girati alle attività del clan dei Casalesi. Per tutti gli indagati l’accusa è di associazione per delinquere finalizzata all’appropriazione indebita con l’aggravante di aver agito per agevolare la Camorra.

[10-03-2014]

 
Lascia il tuo commento