Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Bilancio capitolino, ecco i tempi del salvataggio

l'aiuto arriva dal governo Renzi

Dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto approvato venerdì scorso dal consiglio dei ministri di Roma Capitale ha sessanta giorni per inviare al governo un piano di rientro dal deficit che supera il miliardo di euro.
Il provvedimento dovrà essere approvato dal Parlamento, ma prima passerà al vaglio di un tavolo interistituzionale, del quale fanno parte Tesoro e ministero dell’Interno.

I suoi contenuti sono vincolanti per il Campidoglio: blocco delle assunzioni nelle municipalizzate e vendita delle società che perdono milioni all’anno: tra queste principali indiziate Farmacap, la società pubblica che gestisce le farmacie comunali e Risorse per Roma, l’azienda che si occupa della pianificazione urbanistica. Atac e Ama dovranno stringere la cinghia, con un taglio di finanziamenti che potrebbe essere pari al 25% della cifra indicata sul contratto di servizio
Non solo, Marino avrebbe intenzione di chiedere agli assessori, in vista della chiusura del bilancio del 2014 che scade il prossimo 30 aprile misure draconiane come la riduzione del 30% delle spese: un taglio pesantissimo su bilanci già poveri.

L’aiuto arrivato da governo Renzi il sindaco Marino lo pagherà a caro prezzo, ma potrebbe non bastare: per portare Roma sulla strada del risanamento avrà bisogno di essere sostenuto da una maggioranza compatta, come finora non lo è mai stata.

[03-03-2014]

 
Lascia il tuo commento