Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Acqua inquinata a Roma Nord, Procura apre inchiesta

il Codacons chiede di esentare i cittadini interessati dal problema

Sull’acqua inquinata dall’arsenico in alcune zone di Roma Nord ora la Procura di Roma vuole vederci chiaro.
Il procuratore aggiunto roberto cucchiari ha disposto degli accertamenti riguardo all’allarme in alcune zone del xiv e xv municipio. L’inquinamento dell’acqua pubblica sarebbe dovuto a delle ancora non quantificate quantita’ di arsenico rilevate in alcuni acquedotti.

L’inchiesta parte dalle segnalazioni dei cittadini e associazioni di consumatori che hanno lamentato il ritardo con cui il comune ha predisposto lo stato di allerta partito solo qualche ora fa. Anche il codacons ha presentato un esposto in procura per far luce su eventuali ritardi. Le zone interessate a macchia di leopardo a Roma Nord e l’elenco con le vie interessate è consultabile sul sito del comune di Roma. I quartieri sono soprattutto fuori dal raccordo, in zone rurali o di campagna.

Negli ultimi giorni associazioni dei consumatori e comitati di cittadini hanno lamentato il ritardo del comune nel comunicare l'allerta. Le famiglie interessate dall’ordinanza, che proibisce di usare l’acqua pubblica per uso alimentare fino al dicembre 2014, sono 500. Giovedì l’assessore ai lavori pubblici di Roma Capitale Paolo Masini riferirà in assemblea capitolina sul problema. Intanto il codaconds chiede provvedimenti a tutela dei residenti, secondo l’associazione dei consumatori “i cittadini coinvolti devono essere esentati dal pagamento delle tariffe idriche”.

[03-03-2014]

 
Lascia il tuo commento