Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Via foce dell'Aniene, al via sgombero abitanti manufatti abusivi

da domani i lavori di demolizione, 20 famiglie accolte all'ex Fiera di Roma

Vivevano da anni qui sulle sponde del Tevere, in fabbricati abusivi, ma nell’ultimo periodo le forti piogge e le piene del fiume hanno causato delle pericolose frane, alcune abitazioni sono parzialmente crollate sul fiume e solo una fortuita causalità ha evitato conseguenze ben più gravi. Una situazione di grave pericolo per gli abitanti abusivi: si tratta di circa 20 famiglie di origine filippina e peruviana. Almeno 60 persone avevano trovato rifugio qui, in via foce dell’Aniene, a pochi metri dalla Tangenziale Est, vicino allo svincolo Salaria e proprio sopra gli argini del fiume.

Questa mattina, dopo un’ordinanza firmata dal sindaco che ordinava lo sgombero per l’alto rischio di ulteriori crolli o frane dei manufatti, gli uomini della Polizia di Roma Capitale del gruppo Sicurezza pubblica ed emergenziale, guidati dal Comandante Antonio Di Maggio, hanno iniziato questa mattina le operazioni di demolizione. Si è cominciato prima a smantellare i manufatti abusivi.

Domani arriveranno le ruspe per abbattere le abitazioni irregolari, molte di queste sono costruite in cemento. Si inizierà da quelle che sono state erette dalla parte del fiume, ma anche baracche e costruzioni sull’altro lato sono risultate tutte abusive. Gli occupanti erano stati avvertiti da circa due mesi ed hanno avuto il tempo di prepararsi allo sgombero.
Tra di loro ci sono anche persone anziane ed alcuni bambini: saranno momentaneamente tutti accolti all’ex Fiera di Roma, su via Cristoforo Colombo.

[28-01-2014]

 
Lascia il tuo commento