Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Mafie, sequestro di 40 milioni al clan Mallardo

sotto sequestro 152 immobili tra la provincia di Roma e quella di Napoli

Avevano intessuto una rete di Società col compito esclusivo di reinvestire i proventi delle attività criminali del clan camorristico dei Mallardo: attraverso l’accensione di mutui con le banche venivano giustificate tutta una serie di operazioni volte a coprire il flusso costante di denaro liquido e, ovviamente, sporco.

Tre gli imprenditori arrestati, 152 gli immobili sequestrati - in provincia di Roma e Napoli – 8 le società sigillate dalla GDF, per un valore di almeno 44 milioni di euro.

Le indagini, partite nel 2013, si inseriscono nell’ambito di un’operazione più complessa  e che ha già portato ad altri grandi sequestri nei confronti di altri due clan campani, i Dell’Aquila prima e gli Ascione poi.

Gli accertamenti patrimoniali hanno permesso di ricostruire il modo in cui il gruppo operava: attraverso dei prestanome venivano richiesti i mutui necessari per effettuare gli investimenti. Gli investimenti venivano fatti in realtà con i proventi di altre attività illecite dei Mallardo che, in questo modo, venivano ripuliti e resi così intracciabili. A mettere i militari sulla pista giusta sono state le rivelazioni di alcuni collaboratori di giustizia: la prima conferma è arrivata dando un’occhiata approfondita alla situazione economica dei tre imprenditori che, stranamente, avevano un tenore di vita completamente diverso da quello che ci si poteva aspettare dando un’occhiata alla loro dichiarazione dei redditi. Le indagini patrimoniali hanno fatto il resto.

[14-01-2014]

 
Lascia il tuo commento