Giornale di informazione di Roma - Sabato 24 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Morto clinicamente il 17enne ferito a Tor Bella Monaca

si indaga nell'ambito dello spaccio di droga

Non ce l’ha fatta il giovane diciassettenne vittima di un agguato alla periferia di Tor Bella monaca. Un’agonia durata poco  più di 48 ore, poi nel pomeriggio di giovedì i medici del policlinico di Tor Vergata, che lo hanno costentemente monitorato ma che da subito avevano dato notizia della gravità della situazione, lo hanno dichiarato clinicamente morto.

Il ragazzo era stato trovato due giorni fa esanime vicino ad un giardinetto di via di Villabate. Il cranio trapassato da due proiettili. Un’altra vittima, stavolta davvero strappata troppo tresto alla vita, dell’ennesima guerra tra bande per lo spaccio di sostanze stuopefacenti. Almeno questa, ancora oggi, per gli investigatori che cercano il o i colpevoli, sembra essere la pista più accreditata per risalire a dinamica e movente di questo brutale omicidio. Si cerca soprattutto un’auto, vista figgire a tutta la velocità dal luogo dell’agguato, subito dopo l’esposione dei colpi che hanno raggiunto il ragazzo alla testa. I carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati hanno passato al setaccio i tabulati telefonici del diciassettenne, per ricostruire le ultime chiamate effettuate o ricevute. Anche se il telefono non è stato per il momento ritrovato. Si indaga anche nell’ambiente familiare del ragazzo, che aveva piccoli precedenti per droga e unn padre ex narcotrafficante, detenuto in carcere. Analizzate anche le immagini delle telecamere posizionate sulla strada in cui si è consumato l’omicidio per cercare di risalire all’identità di chi ha sparato e che magari potrebbe aver teso una trappola al giovane

[10-01-2014]

 
Lascia il tuo commento