Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ostiense, senza tetto muore in baracca di fortuna

pochi giorni fa l'appello di Papa Francesco

Una storia di emarginazione e difficoltà sociale quella di un senzatetto di nazionalità polacca, di circa 30 anni, che viveva all’interno di questo prefabbricato in un cantiere abbandonato in via Antonio Pigafetta, ad Ostiense.

L’uomo è morto alcuni giorni fa probabilmente per il freddo e la forte assunzione di alcol. Il suo corpo è stato ritrovato all’interno della baracca dove aveva allestito un alloggio di fortuna con materassi ed alcuni fornelli per cucinare. Appesi al muro ci sono ancora alcuni suoi oggetti personali, sul tavolo i resti del suo ultimo pasto. Il clochard è morto probabilmente per una crisi dovuta all’assunzione di alcol ma il freddo di questi giorni potrebbe essere stata una importante concausa. E’ stata disposta l’autopsia per far luce sulle cause della morte del senza tetto, su cui stanno indagando i Carabinieri della Compagnia Roma Eur. L’uomo non aveva con sé documenti e non è stato possibile identificarlo. I Carabinieri sono risaliti alla sua nazionalità parlando con alcuni suoi conoscenti nella zona.

La morte del senza tetto polacco arriva a pochi giorni dall’appello di Papa Francesco che si era rammaricato per la scarsa attenzione della stampa nei confronti delle difficoltà dei clochard e dell’ultima morte di un anziano ridoto a vivere per strada morto assiderato a due passi dal Vaticano.

[17-12-2013]

 
Lascia il tuo commento