Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Crack di 4 milioni, imprenditore arrestato per bancarotta fraudolenta

Altri due manager sono stati interdetti per due mesi

un imprenditore agli arresti domiciliari e due manager interdetti ad esercitare funzioni direttive per due mesi. Questo il risultato dell'operazione svolta dai Finanzieri del Comando Provinciale in seguito al fallimento della DS INGEGNERIA S.p.a., società operante nel settore della costruzione, vendita ed istallazione di antifurti satellitari per autovetture. Nel complesso il deficit fallimentare accertato ammonta a circa 4 milioni di euro. 

In sostanza, nell’arco temporale tra l’emersione della crisi, nel 2005, ed il deposito della proposta di concordato fallimentare (poi omologato nel febbraio 2009), sono stati posti in essere atti finalizzati a creare una struttura parallela rispetto a quella della società fallita, attraverso una società riconducibile alla medesima proprietà della DS, la ARX S.r.l., finalizzata alla produzione, alla commercializzazione ed al controllo degli antifurto satellitari per autovetture, mediante i quali l’attività svolta dalla fallita è stata in sostanza rimessa ad altri.

Contestualmente all’esecuzione dell’ordinanza applicativa delle misure personali, le Fiamme Gialle hanno, altresì, eseguito nei confronti della ARX S.r.l. un decreto di sequestro preventivo relativo all’azienda ed alle quote societarie della stessa, per un controvalore di circa 1,5 milioni di euro.


[04-12-2013]

 
Lascia il tuo commento