Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Con la promessa di un lavoro adescava donne che poi drogava e violentava

in manette un 61enne. Colto in flagranza da un Carabiniere donna che ha risposto al suo annuncio

Un 61enne romano è finito in manette dopo che i Carabinieri hanno smascherato il suo sistema per adescare donne, drogarle ed abusare di loro. Il 61enne pubblicava annunci su internet dove prospettava la possibilità di lavorare come hostess. In realtà le ignare vittime, 10 i casi accertati ma destinati ad aumentare, provenienti da città del nord una volte giunte nella Capitale, hanno incontrato il falso agente in eleganti hotel e dopo una chiacchierata preliminare, sono state drogate, in alcuni casi le vittime hanno denunciato di essere state anche violentate e derubate. L’arrestato non è nuovo a questo tipo di reati. Undici anni fa infatti si spacciò per regista a caccia di nuove promesse del mondo dello spettacolo. Dopo aver trascorso diversi anni in carcere, l’impostore è tornato a colpire riciclandosi come agente di hostess. Oggi come allora è stato incastrato da una donna Carabiniere che si è finta interessata all’annuncio, lo ha incontrato e lo ha ammanettato.



I militari hanno scovato online un annuncio pubblicato dall’uomo, hanno risposto fingendo interesse e tessuto la tela in cui intrappolare il predatore. Il Carabiniere donna si è trovata, così, a tu per tu col 61enne nella camera di un albergo della Capitale. Quando l’uomo ha preso dalla tasca due pasticche di Tavor e stava per inserirle nel bicchiere di spumante che avrebbe offerto al Carabiniere donna “sotto copertura”, è scattato il blitz dei militari, appostati nelle immediate vicinanze, durante il quale il 61enne è stato ammanettato. Nel corso della perquisizione effettuata presso il domicilio del delinquente, oltre alle benzodiazepine, i Carabinieri hanno sequestrato anche macchine fotografiche, fotocamere e videocamere, nonché fotocopie di documenti d’identità, cellulari, schede SIM, occhiali da sole ed effetti personali sottratti ad altre vittime. A seguito dell’attività d’indagine svolta, i Carabinieri della Stazione Roma Prati hanno rintracciato ed identificato altre 8 donne, di età compresa tra i 22 ed i 50 anni, tutte provenienti dal nord Italia, anche loro adescate su internet dal 61enne ed incontrate presso alberghi della Capitale, dove sono state poi drogate, derubate ed in diversi casi, hanno denunciato le donne, anche malmenate e violentate. L’uomo è accusato di rapina aggravata, violenza sessuale e cessione di sostanze stupefacenti psicotrope. Sono ora in corso ulteriori indagini volte ad accertare la presenza di altre donne vittime.

[27-11-2013]

 
Lascia il tuo commento