Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lotta all'abusivismo commerciale, il bilancio della Guardia di Finanza

negli ultimi 10 mesi 736 persone denunciate

Sempre più difficili da distinguere, quasi identici tanto da sembrare veri. Complice la crisi, il mercato del falso va a gonfie vele: un’economia sommersa svelata solo dall’attività incessante delle forze dell’ordine che continuano a sequestrare prodotti di ogni tipo. Nei primi dieci mesi del 2013 il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma è stata impegnata in 1.10 operazioni che hanno portato al sequestro di oltre 40 milioni di pezzi; 736 persone sono state denunciate, tre sono finite in manette. A ottobre le fiamme gialle hanno smantellato un’organizzazione cinese e confiscato beni per 4,2 milioni di euro applicando, tra le prime volte in Italia, lo stesso impianto normativo previsto per la lotta alla criminalità organizzata. Solo nell’ultimo mese 5 milioni di confezioni di profumi, creme, trucchi e smalti delle più note griffe sono stati sequestrati dal I Gruppo che ha anche identificato il laboratorio clandestino con macchinari, contenitori di essenze e ingredienti dove veniva prodotta la merce, poi stoccata in quattro depositi sparsi per la città. L’analisi chimica ha evidenziato la presenza di toluene e benzene, entrambi cancerogeni.

Secondo il presidente della Concommerco di Roma Giuseppe Roscioli la contraffazione è la terza causa, dopo la pressione fiscale e la lungaggini burocratiche, della crisi della propria attività. Proprio oggi, in occasione della giornata nazionale di mobilitazione contro la contraffazione e l’abusivismo sono stati snocciolati i dati dell’impatto che il fenomeno ha sulla popolazione: da gennaio ad oggi un romano su tre avrebbe infatti comprato almeno un prodotto falso. I settori più coinvolti sono quelli dell’abbigliamento e delle calzature, seguono gli accessori, la bigiotteria e poi in giocattoli.

[12-11-2013]

 
Lascia il tuo commento