Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Manifestazioni degli studenti degli istituti superiori

"Le scuole cadono a pezzi. Non si investe abbastanza in istruzione"

Centinaia di studenti romani degli istituti superiori sono scesi in strada per una protesta organizzata in contemporanea con le principali città italiane. Anche i ragazzi degli istituti romani denunciano le condizioni in cui versa la scuola pubblica e la mancanza di fondi che costringe insegnanti e ragazzi ad una didattica sempre più carente.

"E' stato varato un decreto sulla scuola qualche mese fa che è stato presentato come la grande svolta per noi, -spiega una studentessa-, però questo decreto risulta assolutamente insufficiente poiché sono state stanziate solo briciole ed assolutamente non bastano per migliorare l'istruzione". "Non si investe abbastanza in istruzione. La nostra generazione non ha nulla oggi. Abbiamo il 40% di disoccupazione giovanile, tanta precarietà e chi studia è costretto ad emigrare per avere un futuro".

Armati di striscioni e fumogeni gli studenti hanno sfilato pacificamente da piazza della Repubblica fino a raggiungere in tarda mattinata piazzale Aldo Moro, di fronte alla Sapienza. Qui il corteo si è sciolto. La protesta di venerdì apre una settimana delicata per la città che si chiuderà con il corteo No – Tav e dei movimenti di lotta per la casa previsto per sabato prossimo 19 ottobre. Gli studenti romani, anche gli universitari, hanno però deciso di non aderire alla protesta del 19.




[11-10-2013]

 
Lascia il tuo commento