Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Arrestati tre poliziotti per presunta violenza sessuale

18enne romana violentata al commissariato San Basilio. I tre avrebbero abusato della loro autoritÓ costringendo le vittime a subire violenze

Sono due storie ancora poco chiare, avvolte da tanti dubbi e incongruenze. La cosa certa è che tre poliziotti sono stati arrestasti dai collegi della Squadra mobile con l'accusa di violenza sessuale. Gli episodi sarebbero due, relativi a due donne diverse, una giovane italiana di 18 anni ed una cubana di 27 anni. La più giovane, una ragazza romana, ha raccontato di essere stata violentata da un sostituto commissario di polizia negli uffici del commissariato San Basilio. L’altra, invece, di aver subìto abusi sessuali da due colleghi del sottufficiale mentre stavano controllando che stesse agli arresti domiciliari.

Il primo episodio risale alla notte del 28 giugno dello scorso anno, subito dopo la finale degli Europei di calcio Spagna-Italia. Una 18enne romana viene fermata in auto con il fidanzato e tre amici durante un controllo antidroga nel quale viene scoperta una piccola quantità di hashish. La giovana è condotta in commissariato e isolata dagli altri ragazzi, la 18enne - secondo la sua denuncia, presentata nel maggio scorso su insistenza della madre - sarebbe stata costretta dal poliziotto ad un rapporto sessuale. L’accusa contestata al sostituto commissario - ora agli arresti domiciliari - è di aver approfittato dello stato di soggezione della giovane in un fermo non giustificato. Il poliziotto, dopo la violenza, le ha anche inviato un sms.

Il secondo episodio risale al dicembre del 2012, la Mobile ha arrestato un assistente capo e un collaboratore tecnico del commissariato che avrebbero abusato di una cubana di 27 anni nella sua abitazione mentre si trovava agli arresti domiciliari. Uno di questi incontri però è stato registrato dalla giovane, che lavora come prostituta e che ha poi consegnato il file agli investigatori. I tabulati telefonici hanno dato la conferma dei contatti fra i due agenti, ora agli arresti domiciliari. Anche in questo caso l’accusa nei confronti degli agenti è di aver costretto la vittima alle violenze con abuso di autorità. I tre poliziotti arrestati dalla Mobile sono stati sospesi dal servizio dal questore Fulvio Della Rocca.

[05-10-2013]

 
Lascia il tuo commento