Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Economia, Zingaretti lancia il "patto regionale"

i dati 2013 non sono positivi, cala il credito alle imprese e diminuiscono le nuove imprese

I paesi dell’Unione Europea stanno uscendo dalla crisi, parrebbe che tutti sono sulla giusta via tranne che l’Italia. E nella nostra regione i dati sono quanti mai preoccupanti: siamo la 143 esima regione nella classifica della competitività e Pil, e i dati del 2013 indicano un netto peggioramento del mercato del lavoro, del credito concesso alle imprese, di tasso di occupazione femminile, di nascita di nuove imprese.

Occorre nuovo ossigeno al sistema Lazio, occorre innovazione normativa e liquidità. E occorre, condivisione delle strategie, concertazione e unità. Ecco allora tutte le categorie che possono essere le protagoniste di un nuovo sviluppo – dalle associazioni di imprese ai sindacati – riunioni attorno a un tavolo.  E’ il patto regionale voluto dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

"Oggi è una giornata importante perché di fronte alla tragedia della disoccupazione, all'assenza di prospettive, alla percezione della perdita di speranza, abbiamo voluto chiamare a raccolta tutti i rappresentanti delle imprese, dei sindacati, delle banche e le forze sociali per lanciare un appello: 'Uniamoci e costruiamo insieme un Patto che rimetta al centro il nuovo modello di sviluppo del Lazio". -ha detto Zingaretti-. "Un patto per ridare ossigeno ad una Regione che non cresce più - afferma Zingaretti - è evidente, e i dati continuano a confermarlo". Per questo Patto, "verranno proposti campi di ricerca e dell'innovazione e la costruzione di una nuova filiera per il trasferimento tecnologico alle imprese. Perché noi abbiamo le imprese, ma sono spesso troppo piccole e non tengono alle sfide della globalizzazione". Il sostegno alle start up e la valorizzazione del territorio rappresentano altri due obiettivi fondamentali: "Abbiamo le università, abbiamo il sapere, abbiamo la ricerca ma non abbiamo questo sistema che ci permette di costruire un'opportunità per creare lavoro".

[09-09-2013]

 
Lascia il tuo commento