Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Prenestino, anziana 85enne uccisa in casa. Fermato il nipote

la donna accoltellata e chiusa in una cassapanca

I vicini di casa di Maria Giuseppina Tescione raccontano di litigi frequenti. la donna ospitava il nipote di 45 anni nella sua casa di via Prenestina 369 e sembra che tra i due la convivenza non fosse felice. Il nipote era parzialmente disabile, a causa di un ictus avuto diversi anni fa e da circa 30 giorni viveva dalla zia, sorella della madre. Ieri sera la scena che si sono trovati davanti i carabinieri è stata raccapricciante: il corpo dell’anziana 85enne era chiuso in una cassapanca trovata rovesciata sul pavimento per evitare che il coperchio potesse aprirsi. La donna è stata uccisa con un coltello da cucina recuperato e sequestrato dai carabinieri. L’anziana signora ha riportato anche gravi ferite alla testa inferte con un arma contundente. "Tra i due non c'era tanta intesa - racconta un vicino-. Lei si lamentava da quando il nipote era andato a vivere con lei. Mai potevamo immaginare una cosa del genere".

Gli investigatori hanno fermato il nipote che, almeno per il momento, nega ogni responsabilità anche se resta il principale indiziato. L’uomo avrebbe infatti maldestramente tentato di simulare una rapina cercando di ripulire le tracce di sangue sparse nella casa. Poi, dopo almeno 4 ore, ha chiamato il fratello dicendo che nell’abitazione erano entrati dei rapinatori. Il fratello ha chiamato i carabinieri che una volta sul posto hanno appurato l’incongruenza e la “debolezza”del racconto del 45enne. L’uomo è stato fermato con l’accusa di omicidio volontario.

[06-09-2013]

 
Lascia il tuo commento