Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Censis, i romani vogliono lasciare la cittā per trovare lavoro e servizi migliori

presentato il rapporto Censis "un'agenda urbana per Roma"

Roma cresce, anche se è più povera. Questa l'estrema sintesi della ricerca elaborata dal Censis e dalla Rete urbana delle rappresentanze relativa ad "un'agenda urbana per Roma" alle cose da fare, per dare sviluppo alla città. Dal 2001 ad oggi, la popolazione residente a Roma è aumentata del 2,8% mentre nel territorio della Provincia l'aumento è stato pari al 19,6%.

L’hinterland attira di più della metropoli per qualità della vita ma complessivamente, dunque, tra Roma e Provincia i residenti sono aumentati dell'8%, con un boom di stranieri del 128%. I dati dimostrano che "Roma è una città con una notevole forza attrattiva", ma fotografano anche una situazione drammatica per l’occupazione giovanile. Tra il 2008 e il 2012 il tasso di occupazione a Roma è sceso dal 62,6% al 61%. Ma la crisi ha colpito particolarmente i ragazzi: il tasso di disoccupazione giovanile è passato dal 27,6% del 2008 al 40,1% del 2012.

Dalla ricerca emerge che, per l'81% dei romani, l'aspetto più evidente della crisi in città è la chiusura di molti negozi. Quasi due terzi dei cittadini segnalano che durante la crisi sono peggiorate la manutenzione e la pulizia di strade e spazi pubblici e che sono diminuiti i servizi locali.

Romani vogliono lasciare la città - Quasi la metà dei romani vorrebbe andare a vivere fuori da Roma. Secondo i dati raccolti, il 41% dei cittadini dichiara di essere attratto dalla prospettiva di andar via dalla Capitale: il 13% sarebbe mosso da motivazioni legate a opportunità di lavoro.

[25-07-2013]

 
Lascia il tuo commento