Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Appia Antica, emerge nuovo tratto di 16 metri dell'antica strada

la scoperta all'altezza del Circo di Massenzio

E’ venuta alla luce durante dei lavori dell’Acea per il passaggio di cavi elettrici. E’ un tratto di 16 metri dell’Appia Antica. Si tratta probabilmente della prima “autostrada” della storia, che collegava Roma a Brindisi, e che nonostante i suoi 2300 anni si presenta ancora in ottimo stato. Il ritrovamento è avvenuto in prossimità del Circo di Massenzio, siamo intorno al terzo miglio della Regina Viarum. I tecnici dell’Acea hanno lavorato sotto la supervisione della Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma.

"Ecco un altro pezzo dell'Appia antica che ci sorprende e viene alla luce. -racconta Livia Giammichele, funzionario soprintendenza-. Ogni tanto si trovano infatti dei tratti inediti ed inattesi di questa antica strada. A conferma di un'operazione di ingegneria straordinaria effettuata dagli antichi romani. Come dico sempre, la prima civiltà nasce proprio con la comunicazione e l'utilizzo delle strade che collegano luoghi lontani tra loro".

I basoli, ovvero i massi sagomati di pietra vulcanica che lastricavano l’antica strada, sono stati ritrovati tra 70 centimetri ed 1 metro e 30 di profondità. Gli archeologi della soprintendenza dovranno ora eseguire precise misurazioni ed altri piccoli scavi, per scoprire l’eventuale legame tra l’Appia Antica ed il complesso archeologico che comprende il mausoleo di Romolo, il circo e la villa di Massenzio.




[11-07-2013]

 
Lascia il tuo commento