Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Le dimissioni del Comandante dei vigili per "ragioni personali"

Carlo Buttarelli lascia il comando, incomprensioni con Marino

"Ragioni personali", è questa la motivazione espressa dal Comandante del Corpo della Polizia di Roma Capitale Carlo Buttarelli per spiegare le sue dimissioni. Il vero motivo è di dominio pubblico: una lite giovedì scorso con neo sindaco Marino. Il Campidoglio avrebbe accusato i Vigili di ritardi nel contrasto all’abusivismo commerciale, il Comandante per tutta risposta avrebbe fatto notare al Sindaco che spostare centinaia di uomini ai controlli in centro sarebbe stato costoso e per di più avrebbe sguarnito le strade delle periferie.

Buttarelli, noto come ruvido, diretto ma capace, era stato nominato dall'ex sindaco Gianni Alemanno alla guida della Polizia locale di Roma Capitale al posto di Angelo Giuliani, in seguito all'inchiesta sulla corruzione che l'estate scorsa aveva travolto il corpo dei vigili urbani. Ora se per l’interim si fa il nome del Vicecomandante Di Maggio, il problema è chi sarà il sostituto: si tratta del terzo Comandante in poco più di 12 mesi. I Sindacati difendono il Comandante dimissionario e temono che Marino, visto che alcuni rappresentanti degli attuali vertici sono coinvolti in un'altra grana giudiziaria relativa alle irregolarità in un concorso per vigili, segua lo schema adottato per buona parte della giunta e cioè affidarsi ad una personalità esterna al Corpo; soluzione già adottata da Veltroni che nominò Aldo Zanetti.     

Il sindaco Marino ha già annunciato che il nuovo comandante sarà scelto solo in base ai meriti. "Il nuovo comandante della Polizia municipale sarà scelto attraverso il metodo utilizzato fino ad adesso per ogni percorso: la valorizzazione dei curricula. Verificheremo i due aspetti, quello dei curricula interni al corpo, che non è una questione che non mi sfugge perché l'idea della valorizzazione interna del personale del Comune è importante, - ha aggiunto Marino - e quello dell'ambizione del corpo di avere il massimo dell'efficienza. Valuteremo con equilibrio su queste due soluzioni sulla base dei curricula".

[08-07-2013]

 
Lascia il tuo commento