Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Monsignor Scarano resta in carcere

l'alto prelato era finito in carcere il 28 giugno scorso

Resta detenuto a Regina Coeli mons. Nunzio Scarano coinvolto nell'inchiesta sul tentativo di riportare in Italia 20 milioni di euro depositati in una banca svizzera. Lo ha deciso il giudice per le indagini preliminari Barbara Callari. L’alto prelato era finito a Regina Coeli il 28 giugno scorso quando la Guardia di finanza per disposizione della Procura della Repubblica arresto' Scarano insieme con il broker Giovanni Carenzio e l'ex agente segreto Giovanni Maria Zito.

Oggi il gip, respingendo le istanze difensive, ha affermato che per il momento sussistono le esigenze cautelari che impediscono di accogliere la domanda di scarcerazione. Gli avvocati di Scarano hanno annunciato che presenteranno istanza al Tribunale del Riesame per ottenere gli arresti domiciliari del monsignore. Per quanto riguarda gli altri imputati, Giovanni  Maria Zito, ex agente dell'Aisi, si è rifiutato di rispondere alle domande del giudice.

Secondo quanto è emerso dall'inchiesta, l’ex agente del servizio segreto  avrebbe affittato l'aereo sul quale trasferire da Locarno a Roma l'ingente somma di denaro.

[05-07-2013]

 
Lascia il tuo commento