Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rapina in villa in via Nomentana, imprenditore spara ed uccide un ladro

All'ingresso della villa di via Nomentana 1012, all'altezza di Casal Boccone, campeggia un cartello: "attenti al cane ed al padrone", con il disegno di una pistola. Il proprietario della casa, un architetto di 81 anni, ha sparato ed ucciso uno dei banditi che, sabato notte, ha tentato di rapinare lui e la moglie. L'architetto, Ilario Apollonio, intorno alle 23:30 di sabato ha esploso in tutto quattro colpi di pistola. Sua moglie era stata legata ed imbavagliata dai banditi. "Ho sorpreso il ladro ed altri due complici nella villa dopo aver sentito dei rumori. -racconta l'uomo-. Ho sparato a scopo intimidatorio. I tre erano armati".  L'imprenditore dopo aver sparato in aria avrebbe poi sorpeso uno dei tre rapinatori in giardino. ''Se ti sequestrano tua moglie davanti a te, la legano e le puntano la pistola in testa, in bocca... Erano incappucciati e avevano le pistole''. Ha detto l'imprenditore 81enne al Tgr Lazio, parlando al citofono.

Sulla dinamica stanno indagando i carabinieri. Secondo una prima ricostruzione fatta dai militari l'uomo stava guardando la tv al primo piano della villa quando ha sentito l'allarme. Si è affacciato ed ha visto i rapinatori, ha quindi sparanto alcuni colpi di pistola in aria. E' sceso al piano terra ed ha sorpeso i ladri mentre stavano immobilizzando la moglie. A questo punto avrebbe di nuovo sparato, uccidendo uno dei banditi, un romeno di 36 anni, che indossava dei guanti ed aveva il volto coperto da un mefisto.
 
 

[30-06-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE