Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Partorì e abbandonò il neonato nel bagno di un Mc Donald's, condannata a 4 anni di reclusione

L'episodio nella notte tra il 28 e 29 dicembre scorso

Quattro anni di reclusione: è la condanna inflitta per l'accusa di tentativo di infanticidio ad Andreia Grancea, di 21 anni, romena, che nella notte tra il 28 e il 29 dicembre dello scorso anno partorì un bambino nel bagno del locale McDonald's di Piazza Luigi Sturzo all'Eur. La sentenza è stata pronunciata oggi dal giudice dell'udienza preliminare al termine di un giudizio con rito abbreviato dove la Grancea è stata assistita dall'avvocato Andrea Palmiero.

Il penalista ha sostenuto che la ragazza attualmente detenuta a Rebibbia fosse riconosciuta responsabile soltanto di abbandono di minore in quanto non aveva intenzione di uccidere il bambino che fu trovato dentro il water con la testa fuori del wc. "La donna non voleva uccidere il neonato. La mamma, che viveva in Italia in condizioni disagiate, non poteva tenere il bimbo". Una richiesta che però il giudice non ha accolto condannando invece la ragazza su richiesta del pubblico ministero Stefano Pesci a 4 anni di reclusione. Il bambino attualmente è stato affidato ad una famiglia.


 

[18-06-2013]

 
Lascia il tuo commento