Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Un cacciamine della Marina Militare alla ricerca di relitti romani

Trovati dei relitti di epoca romana tra le isole Pontine

Un cacciamine della Marina Militare, il Numana, ha monitorato dall’11 giugno tra le iole Pontine, quattro siti di altrettanti relitti tutti di epoca romana. “I relitti si trovano tra i 40 e i 60 metri di profondità, - spiega il Tenente di vascello Daniele Proietto - e non appena il sonar ne indica la presenza, interveniamo o con i palombari, o con uno dei nostri veicoli subacquei teleguidati capaci di realizzare immagini e riprese video. Tutto questo costituisce un ottimo addestramento per il nostro personale anche perché, cercare relitti è molto più complicato che cercare una mina”.

La zona su cui il Numena sta operando è una delle più interessanti dal punto di vista dell’archeologia subacquea ed ha anche il grande pregio dell’acqua cristallina che permette alla luce di arrivare anche ai 60 metri in cui si trovano i relitti. “E’ una condizione ottimale per studiarli – dichiara Annalisa Zarattini dirige del nucleo di archeologia subacquea del Mibac – E’ affascinante riscoprire sotto i mari le tracce dell’essere umano risalente a secoli precedenti. Dei vascelli, solitamente resta, a prima vista, ciò che trasportavano, principalmente anfore, e appena sotto la sabbia, protetta dalla stessa, la porzione di scafo in legno risparmiato dal mare. E’ impressionante constatate che, nonostante i secoli, molte cose nella navigazione non sono cambiate. Timone, ancore, particolari che si ritrovano ancora oggi sulle barche moderne”.

[17-06-2013]

 
Lascia il tuo commento