Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Studente americano precipita dal Lungotevere. Morto sul colpo

Era insieme ad alcuni connazionali, forse aveva bevuto

Uno studente americano, Andrew Kathe Carr, è morto ieri notte intorno alle 2 dopo un volo di circa 15 metri. Il giovane è caduto dal parapetto del lungotevere dei Tebaldi quando si trovava in compagnia di altri quattro amici all’altezza dei muraglioni. Il 21enne, per gioco, è salito in piedi al parapetto imitando le gesta di un equilibrasta ma è scivolato, precipitando sulla banchina del Tevere. Inutili i soccorsi, il ragazzo è morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato Trevi e la Polizia scientifica che hanno ricostruito l’accaduto: è esclusa alcuna responsabilità degli altri ragazzi. La caduta del 21enne è stata totalmente accidentale, probabilmente indirettamente causata dall’alcol.
I cinque amici infatti, prima dell’incidente, hanno passato delle ore insieme a bere nei pub tra Campo de’ Fiori e Trastevere.

"Si tratta del terzo incidente mortale in 5 anni registrato sul Lungotevere, a dimostrazione di come sia indispensabile adottare misure a tutela dell’incolumità di cittadini e turisti, allo scopo di evitare nuove cadute e nuove vittime. E’ necessario installare delle reti di sicurezza sul Lungotevere che, anche in caso di caduta accidentale, impediscano l’impatto con la banchina, associate a sistemi di rilevamento a distanza in grado di segnalare in tempo reale anomalie o situazioni di pericolo, e consentire l’intervento immediato delle forze dell’ordine e dei mezzi di soccorso". Lo afferma, in una nota, il presidente Codacons, Carlo Rienzi.

[11-06-2013]

 
Lascia il tuo commento