Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alemanno e Marino a Cesano, incontro sfiorato

Alemanno fa l'appello per chi non andato a votare al primo turno. Marino: "Non dobbiamo scordare l'importanza della scuola pubblica"

La campagna elettorale si sposta in periferia. A Cesano, in XV municipio (Ex XX), questa mattina il candidato del centrodestra Gianni Alemanno e quello del centrosinistra Ignazio Marino si sono sfiorati. Dovevano incontrarsi per un probabile confronto al mercato di Cesano, dove avevano fissato entrambi una visita in mattinata. Alemanno è arrivato alle 11:30, invece Marino, causa un ritardo, ha annullato la tappa al mercato e si è fermato in un bar a circa un chilometro di distanza dal suo avversario, per poi spostarsi a La Storta.

Il sindaco uscente Gianni Alemanno mira a recuperare punti al ballottaggio nella speranza che più elettori, rispetto al primo turno, vadano a votare. "Non possiamo chiudere queste elezioni con il dato di un romano su due che non è andato a votare -dice Alemanno-. Ecco perché noi dobbiamo fare di tutto per aumentare la partecipazione al voto in modo da avere una grande affluenza".

Sull’incontro di oggi Alemanno accusa Marino di evitare il confronto. "Ho scoperto ieri sera che Marino aveva lo stesso appuntamento che io avevo in agenda, qui al Mercato di Cesano. Se due candidati si incontrano al mercato o in mezzo alla gente credo sia una cosa bella. Lui dice che vuole fare il confronto in mezzo ai cittadini, allora perché non viene qui al mercato?".

Il candidato del centrosinistra evita di parlare del suo avversario e preferisce concentrarsi sulle problematiche di quartiere. "Non dobbiamo scordare l'importanza della scuola pubblica. -ha detto Marino in visita in XV Municipio-. Ho voluto sottolineare cosa non sia stato fatto colpevolmente in questi cinque anni da Gianni Alemanno. C'erano alcune decine di milioni di euro destinati alla manutenzione dei servizi pubblici. Andate a vedere le scuole di Cesano ed Osteria Nuova. -continua Marino-. Non è accettabile che una comunità si consideri tale se le scuole di qualunque quartiere non vengono mantenute con la stessa efficienza e con lo stesso decoro".

Mentre la zona di Cesano, così come gran parte della città, si riempe di manifesti elettorali e le strade vengono in fretta e furia sistemate, alcuni cittadini sembrano attendere il voto  con un sentimento di disillusione. "Io ci vado a votare -dice una sorridente signora sui 50 anni- ma qui per il cittadino pare che non fanno mai niente". "Se non mi rifanno il marciapiede sotto casa, -chiosa un signore dal mercato- a votare non ci vado". "Non gli interessa niente ai politici. -conclude un'accalorata signora-, quando si tratta di votazioni vengono tutti qua. Poi spariscono e rimangono solo le promesse".

[04-06-2013]

 
Lascia il tuo commento