Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Astensionismo, record tra elettori M5S

ben l'11,4% di chi non è andato a votare è un elettore del Movimento 5 Stelle

Nell’ultima tornata elettorale l’astensionismo è stata la grande sorpresa delle urne; quasi un romano su due ha deciso di non andare a votare. Uno studio dell’istituto Cattaneo di Bologna ha analizzato i flussi elettorali confrontando il dato delle comunali con quello delle ultime elezioni politiche.

Il movimento 5 stelle cede all’astensionismo la quota più rilevante di elettori: ben l’11,4%. In termini di numeri totali si tratta di più del doppio dei voti raccolti dal candidato sindaco Marcello De Vito. Il partito democratico invece ha saputo conservare la quasi totalità delle preferenze ottenute alle politiche perdendo per l’astensionismo solo l’1,6%, verso Marchini l’1,8% ed anche verso Alemanno (1,2%). Il partito dell’attuale sindaco, il Pdl, avrebbe perso per l’astensionismo invece un 5,8%. Secondo l’analisi dell’istituto Cattaneo poco meno della metà (il 46,8%) di chi non è andato a votare alle comunali lo aveva fatto anche alle politiche. Infine in vista del ballottaggio gli analisti osservano che, considerando i principali candidati esclusi al secondo turno come Marchini e De Vito, il vantaggio del candidato del centrosinistra Ignazio Marino potrebbe aumentare.

[03-06-2013]

 
Lascia il tuo commento