Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio in via Morandi, ucciso 62enne. Altri due agguati a Focene ed Anzio

62enne freddato con un colpo di pistola. Aveva appena portato a spasso i cani.

E’ stato freddato con un solo colpo di pistola alla testa mentre portava a spasso i suoi due cani. E’ successo questa mattina intorno alle 6:50 in via Giorgio Morandi, in zona Tor Sapienza, nei pressi di viale Palmiro Togliatti. La vittima è Claudio D’Andria, un romano di 62 anni. L’uomo, separato e con un figlio, era un dipendente del V municipio ed era incensurato. L’assassino ben conosceva gli spostamenti della vittima ed ha atteso che D’Andria tornasse dalla passeggiata di prima mattina con i cani per colpirlo di fronte al portone di casa. A dare l’allarme è stato un inquilino di via Morandi che ha sentito lo sparo.

"Alle 6:50 ho sentito uno sparo fortissimo, ci siamo affacciati ed abbiamo subito chiamato i soccorsi", racconta una signora, abitante di via Morandi. "Adesso è cresciuta la paura nel quartiere -continua-. Mia figlia è capitata proprio nel momento dell'omicidio ed era con i suoi figli. Siamo spaventati".

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra mobile e della Polizia scientifica che hanno rinvenuto un solo bossolo. Al momento l’ipotesi più probabile è che il 62 enne sia stato ucciso per motivi passionali o per un debito non pagato. Si esclude invece l’ipotesi del delitto maturato nell'ambiente della malavita, viste le abitudini della vittima.

"Era una persona stupenda, educata, era davvero una brava persona. Ci domandiamo che cosa potesse aver fatto per essere ucciso così. Sono 50 anni che lo conosciamo, è davvero inspiegabile".

Gli abitanti della zona, in questo spicchio di periferia a Roma est, restano increduli per quanto accaduto e non riescono a spiegarsi i motivi dell’agguato.




Focene - Alle porte di Roma a Fiumicino, a Focene, intorno alle 18:00 si è consumato un altro omicidio. Ad essere ucciso, davanti al figlio minore, un uomo di 40 anni, Gianpiero Rasseni, raggiunto da un proiettile alla testa. L'omicida ha suonato al citofono della vittima e si è fatto aprire mentre in casa c'erano il figlio e la moglie. Il killer è poi fuggito in motorino.

Anzio - Poco dopo, sempre in serata, ad Anzio, più a sud, un altro agguato sul lungomare ha causato la morte di un giovane e il ferimento di un altro in maniera grave: i due erano a bordo di un'utilitaria Peugeot su Corso Italia quando sono stati raggiunti da colpi di pistola. Uno dei due ragazzi è morto durante il trasporto in ospedale mentre il secondo giovane sarebbe in gravi condizioni.

[28-05-2013]

 
Lascia il tuo commento