Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Maltrattamenti bimbi materna San Romano, interrogato personale della scuola

la maestra e la direttrice restano agli arresti domiciliari. Alcuni genitori: "Vogliamo capire cosa sia successo"

Gli agenti del Commissariato San Basilio continuano ad ascoltare maestre e bidelle della scuola materna San Romano, a Portonaccio, per acquisire testimonianze sulle presunte violenze ai danni di bambini dai 4 ai 5 anni.
Le due maestre sono ancora agli arresti domiciliari e saranno ascoltate lunedì nell’interrogatorio di garanzia. L’insegnante di 62 anni e la direttrice dovranno rispondere dell’accusa di maltrattamenti ai danni di alcuni alunni. Secondo l’ipotesi della Procura, che sarebbe confermata anche da alcuni video registrati dal 24 aprile all’8 maggio da telecamere installate dalla polizia nella scuola, i bimbi avrebbero subito percosse e sarebbero stati sgridati violentemente più volte. Un bambino, colpevole di essersi fatto la pipì nei pantaloni, sarebbe stato costretto dalla maestra ad inginocchiarsi ed asciugarla. Il gip definisce i comportamenti immortalati dalle immagini come “vessatori, offensivi e mortificanti della dignità dei bambini, nonché violenti”.

Agli arresti domiciliari è finita anche la direttrice della materna che avrebbe coperto i comportamenti della maestra cercando di mettere tutto a tacere. Ma a denunciare alla polizia i presunti comportamenti violenti sarebbe stato qualcuno proprio all’interno della scuola. Questa mattina alla materna pubblica San Romano sono arrivati gli ispettori del Ministero dell’Istruzione che stileranno una relazione sui metodi educativi nell’istituto. Diversi genitori oggi non hanno portato i propri figli alla materna. “Intendiamo tutelarli e capire meglio cosa sia successo”, hanno spiegato alcuni di loro. Una decina di genitori sono stati anche ascoltati dagli agenti del Commissariato San Basilio che stanno indagando sulla vicenda.
 
 

[16-05-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE