Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ritrovamento cadavere via Collatina, indagini

l'uomo colpito all'altezza della nuca, si attende l'autopsia

La polizia non si sbilancia e fino all’esame dell’autopsia non esclude che Elio Perri possa esser morto per un malore. Sulla nuca del 50enne, di origine calabrese, gli agenti hanno riscontrato una ferita all’altezza della nuca procurata da un corpo contundente, probabilmente una spranga. Sarà ora compito dell’autopsia chiarire se le ferite riscontrate all’altezza della nuca siano all’origine della morte. La pista più probabile resta, per il momento, quella dell’omicidio. Il corpo dell’uomo, che ha precedenti penali per sfruttamento della prostituzione, è stato ritrovato ieri mattina da un addetto di una tipografia, in via Collatina 726. Perri era seduto sul lato del passeggero dell’Audi A4 nera, parcheggiata in uno spiazzo lungo la strada che collega Ponte di Nona con via di Salone. Una zona circondata da aperta campagna.

La vittima, calabrese d’origine, è un commerciante di funghi ma vive a Roma da anni. Gli investigatori, in attesa degli esami dell’autopsia, stanno cercando nel suo passato ed hanno interrogato anche alcune prostitute che si trovavano vicino al luogo del ritrovamento del cadavere. L’Audi nera, trovata con il bagagliaio aperto, è intestata ad una donna, anche lei con precedenti penali legati allo sfruttamento della prostituzione. Tra gli oggetti ritrovati dalla scientifica nell’auto un portafogli ed un navigatore satellitare che potrebbe essere utile a ricostruire gli ultimi spostamenti in auto della vittima

 
 

[09-05-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE