Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Giro di usura, in manette 10 filippini

al vertice del gruppo di usurai due donne

È scatatta questa mattina all’alba l’operazione dei Carabinieri denominata usura filippina. Dieci persone di origine asiatica sono finite in manette. Il gruppo al cui vertice c’erano due donne era diventato l’incubo di almeno 100 connazionali finiti nel loro giro d'usura. I filippini, di età comresa tra i 38 e i 69 anni, soprattutto collaboratori domestici della "Roma bene", prestavano il denaro a piccoli commercianti a tassi fino al 100% annuo facendo pressione su debitori e parenti delle vittime anche nel paese di origine. Il meccanismo usurario praticato, molto diffuso nelle filippine e conosciuto come credito “a rotazione”.

I dieci arrestati, 6 donne e 4 uomini, dovranno ora rispondere dei reati di usura, estorsione ed esercizio abusivo di attività finanziaria. Molte le prove emerse a loro carico nel corso delle perquizioni eseguite, tra cui fotocopie dei documenti, note con le somme erogate e denato in contanti per 7000 euro. Fondamentale per risalire agli strozzini la querela presentata un anno fa da una donna nei cofronti di un connazionale.

[07-05-2013]

 
Lascia il tuo commento