Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Regione Lazio, presentato il bilancio

ridotti i consiglieri, 8 milioni per i servizi sociali. Via i vitalizi

La scure si abbatte sugli stipendi dei consiglieri ed assessori regionali. E' quanto prevede il pacchetto d'interventi varato oggi dalla Giunta Zingaretti. Una manovra da 36 miliardi di euro per il 2013. Sono stati stanziati 500 mila euro per l'internalizzazione delle imprese ed 8 milioni di euro per il sociale.

"Nonostante le difficoltà di manovra, rispetto al bilancio ereditato -ha detto il Presidente Nicola Zingaretti- abbiamo stanziato ulteriori 8 milioni per i servizi sociali e almeno 500mila euro da qua a giugno destinati all'internazionalizzazione delle imprese, per dare un primo segnale simbolico di quello che vogliamo fare in futuro".

Il taglio alle retribuzioni per assessori e consiglieri è di circa 1.300 euro. Da 8100 euro netti circa si passerà a 6.800 euro. Sarà ridotta anche la retribuzione dei presidenti e della giunta regionale da un netto di circa vedranno quindi ridursi la propria retribuzione da un netto di circa 8.100 euro al mese ad un netto di circa 6.800 euro. Inoltre, il pacchetto prevede la riduzione della retribuzione dei presidenti e della giunta regionale da un netto di circa 11.400 euro al mese ad un netto di 7.800 euro. Per quanto riguarda il vitalizio questo sarà abolito per tutti: sia ai consiglieri che agli assessori, mentre la Giunta Polverini lo aveva abolito per i consiglieri regionali a partire dalla nuova legislatura

Ridotti i consiglieri - Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato la modifica dello Statuto della Regione Lazio. L'articolo che prevede il passaggio da 70 a 50 consiglieri è stato votato dall'assemblea all'unaminità, mentre quello che fa riferimento alla composizione della Giunta, ha ottenuto 46 voti favorevoli e un contrario.

L'articolo approvato - "La Giunta regionale si compone oltre che del Presidente della regione, di dieci componenti. Il presidente nomina un Vicepresidente tra i componenti della Giunta, e la composizione è tale da assicurare l'equilibrio presenza dei due sessi e comunque tale che il numero degli assessori appartenenti allo stesso sesso non sia superiore a due terzi, con arrotondamento all'unità inferiore".

[15-04-2013]

 
Lascia il tuo commento