Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Idi San Carlo, sospeso provvedimento di chiusura

Il Tar dÓ ragione all'ospedale. "Ospedale pu˛ proseguire attivitÓ"

I lavoratori dell'Idi San Carlo, seppur sfiduciati, tirano un sospiro di sollievo. Il Tribunale amministrativo regionale del Lazio ha dato ragione ai vertici del San Carlo-Idi che ieri l'altro hanno presentato un ricorso urgente contro la sospensione dell'autorizzazione notificata dalla Regione Lazio

“Ha vinto il buon senso”, dichiara Massimo Spina, direttore amministrativo del Bambino Gesù e collaboratore del delegato vicario Giuseppe Profiti per l'Idi, “bloccare l'ospedale non aiuta il Gruppo Idi Sanità a uscire dallo stato di crisi in cui versa. Ciò non toglie che i problemi rimangono: gli adempimenti sollecitati dalla Regione andranno fatti in tempi compatibili”. "Dunque, occorre modulare gli interventi necessari secondo quella tempistica che i vertici del Gruppo avevano comunicato alla Regione con una relazione dettagliata", continua la nota. “Per noi”, prosegue Spina, “fa fede la documentazione già presentata che si concludeva con una Tabella Generale delle Priorità, che rappresenta la sintesi delle linee d’intervento stimate come prioritarie”.

“Il piano sarà realizzato compatibilmente con le risorse a disposizione e con l'impegno di pagare un'altra tranche dello stipendio a far data un mese dall'ultima tranche relativa al mese di febbraio”, aggiunge il direttore amministrativo, “in ogni caso l'impegno del Gruppo Idi Sanità è volto a scongiurare il fallimento e al contempo ad assicurare la tutela della sicurezza dei pazienti e degli operatori dell'ospedale”.

"La Regione Lazio accoglie con rispetto la decisione del Tar e auspica che in questo periodo di tempo vengano predisposti tutti gli atti necessari a garantire la piena sicurezza della struttura per la tutela dei pazienti e dei lavoratori. Questa decisione sicuramente porterà ad un clima più sereno che consentirà di proseguire con la vertenza occupazionale e di rilancio della struttura", comunica la Regione Lazio.

Difficoltà economiche del San Carlo -  Il Commissario straordinario della Sanità laziale Enrico Bondi lo scorso ottobre aveva annunciato l'avvio della procedura di liquidazione a favore dei 1.800 lavoratori dell'Istituto dermopatico dell'Immacolata - IdI San Carlo. Il Tribunale fallimentare si era poi pronunciato a favore della liquidazione delle fatture relative al corrente maturato dal 24 ottobre, per un importo di circa 5 milioni di euro. L'Idi da mesi non paga più gli stipendi ai propri dipendenti a causa della critica situazione finanziaria. Secondo i lavoratori, e non solo, i motivi di queste difficoltà economiche sono riconducibili ad una cattiva gestione dirigenziale.
 
 

[29-03-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE