Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Giallo al Flaminio, trovato morto con una corda al collo

la vittima un uomo di 48 anni. Forse morto dopo un gioco autoerotico

Un uomo di 48 anni, funzionario della Banca d'Italia, è stato trovato morto nel suo appartamento al Flaminio, in via Andrea Sacchi, con una cinta legata al collo e fissata alla spalliera del letto. Secondo il primo esame autoptico a vista effettuato dal medico-legale, il dipendete della Banca d'Italia trovato morto nel suo appartamento al Flaminio, sarebbe deceduto per soffocamento in seguito ad un gioco autoerotico finito male. Ulteriori conferme sono attese dall'autopsia.

La scena che si sono trovati davanti gli uomini della polizia nell'appartamento al terzo piano di via Sacchi presenta infatti elementi contrastanti. L'uomo era nudo, aveva una cinta intorno al collo legata alla spalliera del letto. Nell'abitazione non sarebbero stati notati segni di colluttazione né di rapina. Nessun segno apparente di violenza sul corpo. Dall'abitazione non sono stati portati via né denaro né gioielli né oggetti preziosi. La porta è risultata chiusa dall'interno con una mandata di chiave, ma la finestra della stanza da letto era aperta. A dare l'allarme al 113 sono stati alcuni vicini della vittima poiché da questa mattina il 48enne non rispondeva più alle chiamate.

[14-03-2013]

 
Lascia il tuo commento